"The race to design theaters"

Interiors, 10/1955

1955

scenario
categoria
media
tag
article

L’articolo propone una rassegna di quattro teatri, due dei quali italiani, come modelli per l’adeguamento e la costruzione di nuovi teatri a New York, come auspicato nel New York Administrative Building Code. Essi rispondono, più che a un problema stilistico, a un’idea di fondo su cos’è e come si fruisce una rappresentazione teatrale (qualcosa che prevalentemente si ascolta? o si vede? che separa nettamente pubblico e attori?)
Il Teatro Sant’Erasmo di Carlo De Carli a Milano, che ospita un piccolo pubblico, è destinato prevalentemente a rappresentazioni d’avanguardia, senza scenografia. La sua dimensione ridotta non corrisponde a una economia di mezzi: l’interno si caratterizza per la bellezza e il felice disegno degli elementi d’arredo e dei materiali di finitura.
Il piccolo Cinema Archimede ai Parioli, a Roma, disegnato da Giulio Sterbini, ha un aspetto futurista nel nitore del disegno, privo di ogni forma di decorazione e dal forte valore plastico.

Vettori collegati

Cinema Archimede

Teatro Sant'Erasmo

Interiors

magazine

Author Marta Averna